Il golf ai tempi del Coronavirus
Ecco alcune misure adottate all’estero

Avatar by

Quasi ogni settore dell’economia globale è influenzato dalla diffusione mondiale del COVID-19 e la situazione per alcuni sta diventando drammatica, ma noi ci occupiamo di golf e di golf appunto parliamo.

Anche l’economia del golf sta soffocando e in quei campi che restano aperti (parliamo di estero non d’Italia, ndr) si stanno applicando vari accorgimenti per praticare il “distanziamento sociale” ed evitare le possibilità di contagio.

Il golf è uno dei pochi sport a cui si può ancora partecipare in sicurezza (attualmente non in Italia, ndr) , ma è fondamentale porre un’attenzione diversa dal solito sia prima, che durante e dopo il giro.

Molti percorsi stanno intensificando la loro vigilanza ed inserendo nuove misure al fine di combattere la possibilità di trasmissione del COVID-19.

Ecco alcuni esempi di ciò che stanno facendo all’estero per proteggere i giocatori:

Richter Park GC (Danbury – Connecticut – USA)

Il Richter Park GC sta sperimentando un nuovo sistema per impedire ai golfisti di toccare il fondo della buca. Le tazze delle buche non vengono inserite fino in fondo ma vengono lasciate fuori di qualche centimetro e se la palla colpisce il bordo è considerata “imbucata” con il vantaggio di evitare “sbordate”…

Los Angeles Municipal Golf Course (Los Angeles – California)

In California, un articolo del Los Angeles Times riferisce che tutti e 12 i campi municipali della città rimarranno aperti, ma “gli operatori stanno installando barriere di 2 metri per ridurre al minimo i contatti”.

Nine Springs Golf Course (Fitchburg – Wisconsin – USA)

Il percorso pubblico Nine Springs ha adottato un’urna per raccogliere le quote dei greenfee per evitare eventuali contagi con scambio di contante. I golfisti sono invitati a lasciare la tassa di 10$ in una scatola fuori dall’ingresso al campo.

Guarda il VIDEO di WKOW.COM

Eisenhower Park municipal Golf Course (Westbury – New York – USA)

Nel Pro Shop è stato posizionato un grande distributore di gel disinfettante per le mani ed è a disposizione dei golfisti che devono pagare il greenfee. Le porte della maggior parte delle strutture da golf non hanno maniglie e si è invitati ad aprire con la spalla o con il gomito.
Nella zona del ricovero dei Golf Car sono presenti numerosi distributori di salviettine disinfettanti. Ogni Golf Car viene sanificato al rientro.

Sandia Golf Club, Paradise Hills Golf Course, Santa Ana Golf Club (Albuquerque – New Messico – USA)

I campi da golf di Albuquerque stanno avendo una notevole affluenza e tutte le strutture stanno igienizzando regolarmente alcune zone che possono venire toccate dai gioctori.

L’Albuquerque Journal riporta che i circoli stanno sterilizzando impugnature di carrelli e volanti dei car a noleggio.

Domenica scorsa i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno raccomandato di cancellare o rinviare tutti i grandi eventi e raduni di massa costituiti da 50 o più persone in programma negli Stati Uniti nelle prossime 8 settimane.

“Abbiamo assistito ad un considerevole aumento di giocatori lo scorso fine settimana rispetto allo stesso periodo dello scorso anno  – ha dichiarato Derek Gutierrez, General Manager del Santa Ana Golf Club“Ci auguriamo che le persone si sentano a proprio agio e al sicuro sul nostro campo da golf, semplicemente stando a contatto con la natura e sotto al sole.

Anche per gli americani la distanza sociale è diventata una frase chiave quando si trovano in posti affollati per fare la spesa o per avere una normale attività e devono quindi mantenere il giusto distacco dagli altri.

“Il golf può essere uno sfogo per molti in questi tempi”, ha dichiarato Dana Lehner, direttore esecutivo della Sezione Sun Country della PGA e della Sun Country Amateur Golf Association. “Il golf deve essere in prima linea per consentire alle persone di svolgere attività e rimanere al sicuro.”

Kanturk Golf Club (Kanturk – Irlanda)

Kanturk ha rilasciato la seguente dichiarazione sul suo account Twitter:

Aggiornamento Covid 19. Durante il gioco sul percorso, chiediamo a tutti i membri e visitatori di attenersi alle seguenti regole:

  • Distanziamento sociale (2 metri)
  • Usare la propria penna/matita quando si firma il registro delle presenze
  • Non scambiare score, tee, palline, marchini, etc.
  • Lasciare sempre l’asta inserita e non toccarla
  • Nessuna stretta di mano
  • Tutti i bunker sono vietati al gioco, droppare nel punto più vicino al di fuori delle bunker e non più vicino alla buca
  • Rimuovere la palla dalla buca con il guanto da golf
  • L’aria compressa per la pulizia di scarpe e carrelli al momento non è disponibili per l’uso
  • Si prega di lavarsi le mani prima e dopo il giro

 

 

Concludiamo ricordando che al momento in Italia, oltre a non poterci spostare, se non per le ben note situazioni, il golf è sospeso insieme agli altri sport, e ci auguriamo che questi spunti possano essere di aiuto per un futuro prossimo con abitudini “diverse” e con qualche attenzione in più.

Condividi:

You may also like