Bubba Watson ha firmato
un contratto “a vita” con PING

Avatar by

PHOENIX (November 5, 2020)- PING ha annunciato oggi che il due volte campione Masters Bubba Watson ha firmato un contratto “a vita” per rappresentare la società. I termini dell’accordo non sono stati rilasciati, ma PING ha confermato che il contratto estende il rapporto ben oltre la prevista carriera di Watson sul PGA Tour.

“Siamo estremamente entusiasti di fare questo annuncio”, ha affermato John K. Solheim, Presidente di PING. “Bubba ha fatto molto per PING durante la sua straordinaria carriera e abbiamo ritenuto che fosse il momento giusto per prendere questo impegno con lui. L’abilità e l’estrosità di Bubba sul campo da golf hanno segnato la sua carriera, ma la sua grandezza e simpatia sono ciò che lo rende perfetto per PING. È come una famiglia per noi e siamo molto felici che sarà con noi per il resto della sua carriera di golfista.”

Watson, che questa settimana festeggia il suo 42° compleanno, si sta preparando per il suo 12° Masters e negli ultimi 2 tornei (The CJ CUP e ZOZO CHAMPIONSHIP) ha chiuso nella top10 utilizzando Driver e Legno 3 della nuova serie PING G425.

“Gioco con le attrezzature PING da quando ero bambino” – ha detto Watson – “Quindi fondamentalmente, da tutta la mia vita. Amo l’azienda e credo davvero che PING si impegni a realizzare le migliori attrezzature. Non posso ringraziare a sufficienza la famiglia Solheim per il loro sostegno durante la mia carriera. PING e la famiglia Solheim hanno svolto un ruolo fondamentale nella mia carriera golfistica e nella mia vita. Sono molto onorato che abbiano riposto la loro fiducia in me per rappresentarli fino a quando giocherò a golf.”

Watson, il cui primo putter è stato un PING B60, ha giocato bastoni PING ininterrottamente da quando ha ricevuto un set PING junior a 8 anni. Fu portato per la prima volta all’attenzione di PING dal compianto Billy Weir, rappresentante di PING di lunga data per i mercati della Georgia e del nord della Florida. Membro onorario della PGA-Georgia Section, Weir si è ritirato nella città natale di Bubba e li giocava spesso a golf con un giovane Watson. Mentre guardava Bubba iniziare a vincere tornei juniores, ha visto qualcosa di speciale nel gioco del potente mancino. Ha così riferito le sue osservazioni al presidente e amministratore delegato di PING John A. Solheim che, incuriosito dal gioco di Bubba, ha incoraggiato Weir a fornire il supporto necessario per aiutare ulteriormente Bubba a sviluppare il suo gioco.

“Ricordo che il mio grande amico Billy Weir mi parlò di Bubba e di come aveva il dono di interpretare il gioco come pochi altri. Non era solo un giocatore molto potente, giocava con creatività e passione “ – ha detto John A. Solheim – “Si è davvero distinto. L’ho incontrato per la prima volta quando aveva 13 anni e da allora abbiamo sviluppato un’amicizia molto stretta. Mi ricorda mio padre Karsten in molti modi. Bubba è molto creativo e fa le cose a modo suo, specialmente nel modo in cui pensa al marketing. La sua idea di utilizzare shaft e testa del bastone di colore rosa è solo un esempio della sua creatività, che ci ha portato a collaborare con lui anche per raccogliere più di $ 250.000 per il Phoenix Children’s Hospital “.

Watson ha giocato due anni per il Faulkner State Community College e due anni per l’Università della Georgia prima di diventare professionista nel 2001. Ha firmato il suo primo contratto con PING poco dopo essere diventato professionista ed ha iniziato a giocare sul Nationwide Tour (oggi Korn Ferry) guadagnando la carta per il PGA Tour alla fine del 2005. Durante i suoi 14 anni di carriera sul PGA Tour ha vinto 12 volte, inclusi due Masters, e cinque volte ha guidato la classifica della distanza con il Driver sul PGA Tour.

“Ricordo, quando ho firmato il mio primo contratto con PING, di aver pensato quanto fossi fortunato a poter rappresentare un’azienda così straordinaria che mi ha trattato come un membro della famiglia” – ha detto Watson – “Senza il supporto di PING non so se avrei realizzato il mio sogno di giocare a golf per vivere. Io sono orgoglioso di avere il nome di PING sulla sacca quando gareggio sull PGA Tour. Come ho detto quando ho vinto il mio primo Masters, non ero mai arrivato a tanto nemmeno nei miei sogni. Stare con PING per il resto del la mia carriera rende questa partnership ancora più speciale.”

Condividi:

You may also like