AITG: Realizzare un nuovo percorso
a cura di Fulvio Bani

Avatar by

IL RILIEVO TOPOGRAFICO

 

 

Elementi generali e suo utilizzo in ambito golfistico

Per Rilievo Topografico si intende la rappresentazione grafica, di una parte della superficie terrestre ottenuta attraverso la Topografia che è la scienza che studia gli strumenti ed i metodi operativi, sia dl calcolo che di disegno, necessari per la sua produzione.
Per una immediata interpretazione dell’andamento orografico la migliore rappresentazione risulta la “planimetria con curve di livello” con equidistanza di 50 cm. Gli Elementi principali evidenziati si dividono in Naturali e Artificiali:

Elementi Naturali

– idrografia
– morfologia
– vegetazione

Elementi Artificiali

– rete viaria
– insediamenti urbani
– reti tecnologiche
– confini

Il rilievo ed il suo utilizzo

Nuova progettazione

Le Tavole che devono essere prodotte per affrontare le fasi di realizzazione di un percorso golfistico, dallo studio di fattibilità, la fase autorizzativa, l’appalto dei lavori e la costruzione sono:

– Masterplan
– Lay out
– Stato di fatto
– Stato di progetto
– Sterro e riporto
– Drenaggio
– Irrigazione
– Messa a verde

In particolare:

Masterplan

Il documento di indirizzo strategico che sviluppa una ipotesi complessiva sulla programmazione del territorio sul quale va ad insistere l’intero investimento fulcrato sul percorso golf.

Layout

Rappresenta la disposizione del percorso golfisti, inteso come sviluppo delle buche.

Stato di fatto

E’ la tavola rappresentativa del rilievo topografico

Stato di progetto

È la rappresentazione finale del percorso dal punto di vista planimetrico e altimetrico. Quest’ultima definisce di fatto la modellazione del campo di golf.

Sterro e Riporto

Rappresenta le zone di prelievo di terreno (sterro-scavo) rispetto a quelle di deposito (riporto). Sono solitamente definite con diversa colorazione, per evidenziare planimetricamente la loro collocazione sul terreno.

Drenaggio

Definisce la rete di drenaggio deputata alla raccolta delle acque in eccesso, sia piovane che di irrigazione, ed al loro convogliamento verso i siti definiti in via progettuale.

Irrigazione

II progetto della rete irrigua, come intuibile, viene condizionata non poco dalla situazione orografica del percorso.

Messa a verde

Tipicamente in questa tavola, viene indicato anche il patrimonio arboreo. Questo è composto da elementi di nuova piantumazione accanto ad alberature esistenti sul terreno originario e che spesso consentono un miglioramento della sicurezza interna ed esterna, manche di costruire elementi strategici di gioco molto apprezzati dai giocatori.

Il restyling

Termine con il quale si intende la riprogettazione di un percorso di golf, o di una sua porzione, allo scopo di migliorarne le caratteristiche estetiche e tecniche. Le tavole progettuali sono teoricamente quelli indicati per la nuova progettazione, tranne il Masterplan che in questo caso non viene interessato. Durante il rilievo vanno evidenziati ed inseriti in mappa tutti gli elementi “naturali” e “artificiali” che possono interferire con il nuovo progetto di Restyling.

Conclusioni

Risulta chiaro che la base di un qualsiasi lavoro di nuova progettazione, debba essere il rilievo topografico. Questo, deve essere realizzato con precisione in modo da descrivere esattamente il terreno rappresentandolo in modo ideale su base cartacea. Si ricorda l’importanza di avere evidenziati gli elementi “naturali” e “artificiali”, che possono facilitare o condizionare il lavoro di progettazione e permettere la previsione concreta dei costi e la tempistica dei lavori efficace e realistica.

Fulvio Bani

SPONSOR

Condividi:

You may also like